Evento
Dalla fragilità della terra alla fragilità del territorio
Altro

Dalla fragilità della terra alla fragilità del territorio

lun 26/022018-02-262018-02-26

Biblioteca Rajna - Via IV Novembre, Sondrio - Ore 17.00

 


Il nuovo ciclo di incontri in Biblioteca, dal titolo  La Valtellina dai flussi dell’alluvione ai flussi dell’ipermodernità, è dedicato alla riflessione sulle evoluzioni sociali, economiche, ambientali e culturali che si sono verificate in Valtellina a partire dal 1987.

Il terzo appuntamento, intitolato Dalla fragilità della terra alla fragilità del territorio, si concentra sulle riflessioni riguardanti ambiente ed ecologia. La terra è il suolo e il territorio è costruzione sociale, perciò una terra fragile presuppone una costruzione territoriale forte; ciò rimanda al quesito se partendo da una coscienza di luogo si possa andare oltre alla fragilità del territorio.

Aldo Bonomi è fondatore del Consorzio Aaster che dirige dal 1984. Da oltre trent’anni svolge studi e ricerche sulle dinamiche territoriali, dello sviluppo e delle forme di convivenza. Cura la rubrica “Microcosmi” su Il Sole 24 Ore e ha fondato e diretto la rivista “Communitas”. Tra i suoi libri "Il trionfo della moltitudine" (1996); “La società al lavoro nel Nord Italia" (1997); “Il capitalismo molecolare” (1997); con Giuseppe De Rita "Manifesto per lo sviluppo locale" (1998); “Il distretto del piacere” (2000); "La comunità maledetta. Viaggio nella coscienza di luogo" (2002); con Massimo Cacciari e Giuseppe De Rita "Che fine ha fatto la borghesia?" (2004); con Enzo Rullani "Il capitalismo personale" (2005); con Eugenio Borgna “Elogio della depressione” (2011); “Il capitalismo in-finito. Indagine sui territori della crisi” ( 2013); "Territorio e politica" (per la nuova collana digitale dei Quanti Einaudi, 2013); con Roberto Masiero “Dalla smart city alla smart land (2014) e con Roberto Masiero e Federico Della Puppa “La società circolare. Fordismo, capitalismo molecolare, sharing economy” (2016), quest’ultimo nella collana “Comunità Concrete” da lui personalmente diretta.

Ingresso libero

Per informazioni:
amicibibliotecaso@gmail.com